Crociati

REGINI: “HO VOGLIA DI METTERMI IN GIOCO, QUI C’È UN AMBIENTE MOLTO SERIO”

Parma, 7 febbraio 2020Vasco Regini è l’ultimo giocatore in ordine di tempo a presentarsi alla stampa, nel Centro Tecnico di Collecchio, come nuovo arrivo dell’ultima sessione di mercato.

Ecco le sue parole:

“C’è sicuramente da parte mia la voglia di mettermi in gioco, vengo da un annata con un infortunio al ginocchio e con altri problemi: è una opportunità che ho colto immediatamente. Qui ci sono una società e una squadra seria, mi hanno impressionato positivamente per il modo di affrontare le cose e non è un caso che le cose stiano andando bene”.

“La trattativa chiusa nel finale? Ero ormai abbastanza sicuro di non spostarmi, mancava un’ora alla fine del mercato ed è arrivata la chiamata del direttore al mio agente che era in aereo: è sceso per chiudere la trattativa e ho colto al volo questa opportunità, Parma è una piazza a me gradita”.

“Arrivo per dare il meglio per me stesso e per la squadra, poi ho imparato che non si pianifica nulla, se ci sarà l’opportunità di restare sarò contento: qui ho trovato una bella situazione di squadra e un ambiente sano e bello. L’impatto è stato positivo, con il Mister non abbiamo ancora direttamente parlato ma conosco tanti ragazzi qui del gruppo perchè siamo già stati compagni di squadra, mi hanno accolto benissimo”.

“Del Parma mi ha colpito la serietà delle persone che lavorano qui, tutti mi hanno dato una grande impressione di professionalità e serietà, ognuno sa quello che deve fare e lo fa con voglia e determinazione. Fisicamente sto bene: lo scorso anno no per l’infortunio; in questa stagione quando sono stato chiamato in causa ho risposto bene, ora mi sento bene”.

“La Lazio ha dimostrato di essere una pretendente per lo scudetto, è partita difficile ma anche da avversario ho sempre pensato che affrontare il Parma non è mai facile; soprattutto in casa può dire la sua. Che tipo di giocatore sono? Un difensore centrale sinistro, da giovane ho spesso fatto il terzino sinistro, tutti e due i ruoli in difesa a quattro li ho ampiamente ricoperti, la mia ambizione è di fare bene, aiutare la squadra per raggiungere i propri obiettivi, cercherò di farmi trovare pronto, di fare bene ogni giorno e migliorarmi”.

“L’allenatore ha fatto un grandissimo lavoro partendo dalla Lega Pro e arrivando qui con una scalata incredibile. Dopo la promozione al primo anno c’è entusiasmo e poi è più difficile confermarsi, tante squadre hanno fatto bene al primo anno e poi hanno avuto un calo nell’anno seguente. Il Parma ha lavorato bene; l’ambiente e il lavorare seriamente alla lunga premia ed è il segreto di questo Parma”.

“Come mi ritaglierò il mio spazio? Come ho sempre fatto: lavorando al massimo ogni giorno e cercando di mettere in difficoltà il Mister, porto le mie qualità a disposizione del gruppo, po l’allenatore sceglie”.