Crociati

STORIA CROCIATA – PESCARA, 25 ANNI FA: LA SPETTACOLARE SFORBICIATA DI MATRECANO E IL 100^ GOL DEL PARMA IN A

Parma, 9 Marzo 2018 – Quando la storia Crociata si sofferma sul capitolo delle partite di campionato giocate dalla nostra squadra allo stadio Adriatico di Pescara, sfida che ritorna domani pomeriggio (fischio di inizio: ore 15) per la 30^ giornata di Serie B ConTe.it sei anni dopo l’ultima volta (il 13 novembre 2012 in Serie A), sovviene il ricordo di uno dei più bei gol segnati da un nostro difensore.

Salvatore Matrecano, robusto baluardo della nostra retroguardia, fresco campione d’Europa (1992) con la Nazionale Under 21 guidata dal selezionatore Cesare Maldini, dopo solo un minuto e mezzo dal via fischiato dall’arbitro Roberto Bettin di Padova mise al tappeto il portiere biancoazzurro Fabio Marchioro coordinandosi in sforbiciata per colpire letalmente al volo di destro un pallone rimbalzato in area.

Per lui fu la prima rete siglata nella massima categoria e con la nostra maglia, vestita in cinquantasei circostanze. Con cui vinse una Coppa delle Coppe un mese più tardi e una Supercoppa Europea nove mesi dopo.

Replicò, nella stagione successiva, al novantesimo della gara di Coppa Italia allo stadio Ennio Tardini  come ultimo nostro marcatore (intervenendo in scivolata davanti alla linea di porta su invito da destra di Gabriele Pin) nel 6-1 sul Foggia, club in cui aveva giocato prima di approdare nel Ducato.

Quella sua mezza rovesciata è il flashback che identifica l’unica vittoria in campionato conquistata dal Parma Calcio sul campo abruzzese.

Si consumò un quarto di secolo fa, il 4 aprile 1993, nell’anticipo del ventiseiesimo turno, a cui fece da corollario sigillante, al termine del primo tempo, un gol di Tomas Brolin, il centesimo della nostra squadra in A.

L’attaccante svedese, con un imparabile tiro calciato dal limite che proiettò la sfera a fil di palo concluse un pregevole scambio in triangolazione lungo l’asse centrale con il compagno di reparto Faustino Aspriila. Condito da un colpo di tacco del funambolo colombiano.

Fissando il risultato sul definitivo 0-2.

Nella slide: Salvatore Matrecano durante un allenamento dei primi Anni Novanta in Cittadella