Crociati

STORIA CROCIATA – PARMA-TORINO, QUANDO PEPITO ACCESE LA LAMPADA DELLA SALVEZZA

ParmaTorino2007MorfeoParma, 4 Aprile 2019 – Nelle pagine della secolare Storia Crociata sono molte le sfide di campionato allo stadio Ennio Tardini contro il Torino che meritano un ricordo, in vista del confronto che si ripeterà sabato 6 aprile alle ore 15 per la 31^ giornata di Serie A Tim.

La nostra squadra sul campo di piazzale Risorgimento dal 1959, quando li affrontarono per la prima volta, ha battuto i granata piemontesi in nove occasioni su sedici (i pareggi sono stati quattro, mentre tre sono state le sconfitte).

L’affermazione che si associa a una salvezza nella massima categoria, nostro obiettivo primario della corrente stagione, riflette indelebile l’immagine di un talento del calcio italiano cresciuto nel nostro Settore Giovanile.

Una promessa di ritorno, allora, in prestito da gennaio: Giuseppe Rossi.

Pepito, scoperto e svezzato dal nostro vivaio, con cui vinse anche uno Scudetto con la formazione Allievi, ben presto, in epoca di amministrazione straordinaria del club, passò giovanissimo al Manchester United.

GiuseppeRossiParmaTorinoRiapparse con la maglia Crociata numero 8, a diciannove anni, per aiutarci a raggiungere l’agognato traguardo della permanenza in A.

Il suo impatto, appena atterrato a Parma, domenica 21 gennaio 2007, fu subito devastante.

Giocò titolare contro il Torino. Da solo impensierì tutta la retroguardia ospite, salendo in cattedra con tutto il proprio repertorio tecnico, fatto di brucianti accelerazioni, progressioni, creatività e insidiosi tentativi offensivi.

Segnò il gol di un vitale successo (1-0) al 75‘ con un’azione personale strepitosa.

GiuseppeRossiParmaTorino2Raccolse il pallone in area, sotto alla Curva Nord, su un cross dalla sinistra di Paolo Castellini, stoppandolo al volo. Scartò due avversari. Prima Jacopo Balestri, quindi Diego De Ascentis. Avanzò verso la porta, eludendo i loro compagni Gabriele Cioffi e Ivan Franceschini. Calciò, infine, un gran tiro di sinistro centrale su cui il portiere Massimo Taibi nulla potè. Tutto in rapida successione.

Il Parma tornò alla vittoria dopo dieci,gare. Era dalla fine di ottobre, dalla gara casalinga con l’Atalanta, che non vinceva.

Rossi uscì stremato all’83’,avvolto dagli scroscianti applausi del Tardini.

Fu la prima di una lunga serie di sue perle, soprattutto al,servizio della squadra, che consentirono di salvarci.

 

Nella slide: Giuseppe Rossi durante Parma-Torino. Nelle foto: Domenico Morfeo in azione; il gol di Pepito e la sua esultanza; il tifo della Curva Nord.

ParmaTorino2007CurvaNord