Crociati

SPAL-PARMA, IL FOCUS SUI NOSTRI AVVERSARI

Parma, 22 agosto 2018 – Domenica 26 agosto il Parma affronta la prima trasferta di questa Serie A Tim, contro la Spal. In vista del match valido per la giornata numero due del campionato, conosciamo più da vicino i nostri prossimi avversari attraverso il Focus Crociato.

LA STORIA DEL CLUB
Spal è un acronimo che sta per Società Polisportiva Ars et Labor. Il nucleo originario del club viene creato a Ferrara nel 1907 come circolo religioso/culturale, con il nome di Ars et Labor, divenendo in seguito polisportiva e diventando indipendente nel 1913 con il nome ancora usato di Spal. La squadra di calcio ottiene l’affiliazione alla Federcalcio nel 1910, con il nome di Ferrara Football Club: una denominazione che manterrà fino al 1919, quando uniforma il proprio nome a quello della polisportiva. Nel 1922, la Spal raggiunge la semifinale del campionato nazionale, mentre nel 1928 può giocare per la prima volta nel nuovo stadio comunale, che verrà poi negli anni rinnovato e dedicato alla memoria del presidente Paolo Mazza.

Ed è a Mazza che si deve un periodo molto importante per la Spal. Dopo aver allenato la squadra negli anni Trenta, ne assume la guida come presidente nel 1945. La squadra torna in Serie B ed approda per la prima volta nella sua storia alla Serie A a girone unico nel 1950/51. La Spal resterà ininterrottamente nella massima serie fino al 1964, compresi un quinto posto nel 1960 e la finale di Coppa Italia nel 1962. Di quel periodo, il giocatore più rappresentativo è Oscar Massei, che approda alla Spal nel 1959 e ne vestirà la maglia fino al 1968, ma diversi altri furono i calciatori valorizzati e che hanno avuto fortuna poi anche da allenatori, come, Fabio Capello, Edoardo Reja e Luigi Delneri, solo per citare alcuni esempi. Dopo un anno cadetteria, la Spal torna in A e ci resta fino al 1968.

L’era di Mazza si conclude a metà degli anni Settanta, con il club che partecipa ai campionati di B e C. Nel 1998/99 la Spal vince la Coppa Italia di Serie C mentre nel 2013/14, dopo alcune vicissitudini societarie, la Spal viene ammessa al girone unico di Lega Pro, dopo il sesto posto in Seconda Divisione dell’anno precedente. Nel 2015/16 arriva la promozione in Serie B, assieme alla vittoria della Supercoppa di Lega Pro, mentre l’anno successivo ecco la promozione in Serie A.

LA SPAL 2018/19
Nell’ultima stagione in A, la Spal ha conquistato la salvezza arrivando al 17° posto, con 38 punti. Ad allenare la squadra anche in questa stagione c’è Leonardo Semplici, che sulla panchina dei ferraresi ha conquistato la doppia promozione dalla terza alla massima serie. Classe ’67, Semplici ha cominciato ad allenare 2004 con il Sangimignano, conquistando la promozione in D e passando l’anno successivo al Figline e vincendo tre campionati in quattro stagioni, portando così la squadra dall’Eccellenza alla Lega Pro. Dopo le successive esperienze con Arezzo e Pisa, Semplici ha lavorato nelle giovanili della Fiorentina: con la Primavera dei Viola ha lavorato e fatto scoprire giovani come Capezzi, Camporese e Bernardeschi.

Nella prima uscita della attuale Serie A Tim, la Spal ha battuto il Bologna 0-1 in trasferta. Una curiosità: la Spal giocherà la prima in casa contro i Crociati sempre al Dall’Ara, poiché lo stadio Mazza è oggetto di alcuni lavoi di ristrutturazione.