PRIMAVERA, AMICHEVOLE: TORINO-PARMA 2-0. CAP. DI MAGGIO: “REAGITO BENE DOPO IL GOL PRESO IN MODO FORTUITO” (VIDEO E FOTO)

Vinovo (TO), 2 Settembre 2018 – Incoraggiante prestazione del Parma Primavera, oggi pomeriggio, domenica 2 Settembre 2018, sul sintetico di Chisola (Vinovo,TO), con i pari età del Torino, quarti classificati nello scorso campionato di Primavera 1: i Crociatini, sul piano della manovra e della costruzione del gioco si fanno persino preferire rispetto ai titolati avversari, ai quali pagano però un deficit sul piano fisico, penalizzante soprattutto negli uno contro uno: il punteggio finale, 2-0, è frutto di un “gollonzo” di Rauti al 12′ (su cross sbagliato, con la difesa ben piazzata, si è creato un involontario flipper che ha spedito la palla a sbattere dapprima sul primo palo, la sfera ha poi percorso tutta la linea di porta, per entrare in rete sul secondo) e di un calcio di rigore al 25′ st di Petrungaro, concesso per un intervento falloso su di lui in scivolata di Bane, e pallone che si infila alla destra di Corvi. Il Parma, soprattutto nel primo tempo, ha saputo costruire delle buone azioni in avanti, avvicinandosi pericolosamente all’area di rigore, mancando solo nella scelta giusta di conclusione: da ricordare comunque i tentativi di Camara, dopo una buona pressione, e un bel fraseggio sull’esterno destro di Kasa Redi, schierato a piede invertito, che poi si è accentrato per andare al tiro. Il “falso nueve”  Panati, servito da un filtrante di Camara, ha scagliato un sinistro a incrociare, parato a terra dal portiere sul primo palo. Il portiere Corvi, con due parate a terra, ha neutralizzato le incursioni di Millico, dopo esser stato bravo ad aggredirlo in avanti e a chiuderlo, così come nel secondo tempo a tu per tu con Djoulou Zokohi gli ha ribattuto una conclusione ravvicinata. La squadra di Mister Catalano ha trovato anche alcuni calci di punizione da posizione favorevole, un tentativo di Camara ha superato la barriera, ma la palla è finita di poco a lato. Meno vivace, da entrambi i fronti, la ripresa: unica fiammata del Parma con Tardivo, che anziché servire il meglio piazzato Colley ha provato la conclusione rimpallata da un difensore. Interessanti le incursioni di Patacchini, centrocampista schierato terzino destro alla Pin anni ’90, e di Bisagni: spesso si è creata la superiorità numerica sugli esterni, ma poi si è peccato sulla scelta giusta nell’ultimo passaggio.

Ecco le parole di Cap. Andrea Di Maggio, intervistato, al termine, da Gabriele Majo, resp. ufficio stampa e comunicazione del Settore Giovanile e della Squadra Femminile del Parma Calcio 1913:

andrea di maggio dopo amichevole parma torino primavera“Oggi ce la siamo cavata bene: si è trattato della seconda partita di alto livello disputata, dopo quella con il Bologna al Torneo di Vignola. Queste amichevoli con squadre così di livello non possono che farci molto bene: il ritmo è alto, la qualità è tanta, ma direi che ce la siamo cavata più che bene. Poi, nel secondo tempo, loro ci hanno sovrastato fisicamente perché son più dotati, ma noi abbiamo giocato come dovevamo sia nel primo che nel secondo tempo. Dopo il gol che abbiamo subito dopo una decina di minuti loro non è che si siano resi molto pericolosi e quel gol, tra l’altro, è stato abbastanza fortuito, un cross venuto male, palo, palo e gol: direi, quindi, che abbiamo reagito più che bene. Il rigore del raddoppio ci può stare; eravamo stanchi e quindi loro sono venuti un po’ più su alti a prenderci ed è normale che sia andata così. Comunque direi che è un buon risultato: da questa amichevole possiamo cogliere ottime cose.
Vorrei fare l’in bocca al lupo a Davide MAstaj dal quale ho ereditato la fascia da capitano: ci siamo salutati ieri, spero che quella di Trapani sia per lui una bella esperienza, se lo merita, è un bravo ragazzo ed anche un buon giocatore. La fascia?Essere una figura di riferimento sia fuori che dentro il campo è solo un piacere e anche una responsabilità: magari devo anche migliorare su certe cose, però c’è tempo… Comunque sono felice.
Il mio passato? Ho giocato cinque anni in una squadra più o meno vicino a casa, dilettantistica dove andavo con gli amici delle elementari; poi ho fatto un passettino in avanti, sempre in una squadra dilettantistica, ma un po’ più rinomata a livello regionale, fino a quando, in terza liceo, sono passato alla mia prima squadra professionistica, il Monza, dove ho fatto due buoni anni, ma poi, purtroppo, il secondo anno la squadra è fallita e sono passato a Como e anche lì ho fatto due buone annate in una squadra mista, primo anno 1999-2000 e secondo anno 2000-2001, ma anche lì il secondo anno, purtroppo, dopo avere vinto lo Scudetto, la squadra è fallita, ma non è colpa mia, e dunque sono venuto qua l’anno scorso e questo è il mio secondo anno.
Vano parentele importanti? Beh, mia mamma è la sorella di Paolo Maldini, però questa cosa non mi influenza. E’ solo un piacere, delle volte, condividere con lui delle cose sul calcio. quando siamo in famiglia, ma questa circostanza non ha mai avuto alcuna influenza sul mio percorso. Il cognome di mia madre non è mai venuto prima del mio: questo mi può fare onore perché è sempre venuto fuori dopo che sono il nipote di… Io ho sempre pensato di non aver avuto mai alcun tipo di raccomandazione, proprio perché sono partito dal basso, anche perché se avessi avuto qualche raccomandazione sarei a giocare al Milan, come lui e i miei cugini, però io sto molto bene qua…”

PRIMAVERA: TORINO-PARMA 2-0 ( GARA AMICHEVOLE) – LE FORMAZIONI
Marcatori: 2′ Rauti, 20′ st Petrungaro (rig.)

TORINO – Gemello (1′ st Fasolino); Gilli (30′ st Potop), Samake (1′ st Bianchi); Capone (Cap., 30 st Enrici), Onisa (18′ st Munari), Ambrogio; Buonaviglia(1′ st De Angelis), Murati (35′ st  Sammartino), Rauti (1′ st Moreo), Kone Ben (22′ st Petrungaro), Millico (1′ st Djoulou Zokohi). All. Coppitelli
A disposizione: 14. Perazzolo

PARMA –  Corvi (21′ st Buzzi);  Patacchini (28′ st Canalicchio), Bisagni (28′ st Rocchi); D’Aloia (23′ st Konè), Di Maggio (Cap.), Bane; Kasa (36′ st Martino), Tardivo (31′ st Montipò), Panati (25′ st Pelle), Camara, Colley. All. Catalano
A disposizione: 13. Rallo

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI I VOLTI DEI CALCIATORI DELLA ROSA DELLA PRIMAVERA DEL PARMA 2018-19

Alessandro Filoramo (Wire Studio) 

FILORAMO WIRE STUDIO

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913

INTERVISTA A CAP. ANDREA DI MAGGIO

di Gabriele Majo, resp. ufficio stampa e comunicazione del Settore Giovanile e della Squadra Femminile del Parma Calcio 1913

VIDEOCRONACA

INGRESSO SQUADRE IN CAMPO E CALCIO D’INIZIO

8′ TIRO DI COLLEY, PARATA

9′ TIRO DI KASA, PARATA

14′ PUNIZIONE DI KASA, ALTA

21′ PUNIZIONE DI CAMARA, FUORI

29′ TIRO DI CAMARA, FUORI

43′ PUNIZIONE DI BANE, NULLA DI FATTO

TORINO-PARMA 1-0 (PARZIALE FINE PRIMO TEMPO): INTERVALLO, LE ISTRUZIONI DI MISTER PASQUALE CATALANO

CALCIO D’INIZIO DELLA RIPRESA

TORINO-PARMA 2-0, 25′ ST GOL DI PETRUNGARO (CALCIO DI RIGORE)

TORINO-PARMA 2-0 (RISULTATO FINALE) – RIENTRO NEGLI SPOGLIATOI

FOTOGALLERY

Scatti di Gianluca Sartori per Toro News

IMG_5477 IMG_5483 IMG_5490 IMG_5491 IMG_5495 IMG_5576 IMG_5628 IMG_5637 IMG_5639 IMG_5473